Teatro a Fregona

Scena Foresta 2018 – Il teatro con le radici

Scena Foresta 2018 - Il Teatro che cammina

Sabato 7 – 14 – 21 – 28 luglio 2018 nei borghi di Fregona

Programma

Sabato 7 Luglio – Borgo Sonego 21:15
STRANGE COMEDY DUO (USA)

in “Strange Comedy Show” Di e con Jason McPherson and Shelly Mia Kastner
Regia Alex Navarro and Soizick Hebert

In bilico tra personaggi reali e Muppets, due intrattenitori tentano di esibirsi in uno spettacolo di varietà, ma gli oggetti di scena sembrano prendere vita da soli. Sembra di assistere ad un cartone animato nel quale i nostri sbadati eroi del palcoscenico possono arrivare a perdere accidentalmente braccia e gambe… al contrario qualche volta spuntano più braccia e gambe di quante possano essere gestite. 60 minuti di sorprese uniche che si susseguono senza soluzione di continuità e che travolgono il pubblico fino ad un finale mozzafiato. Uno spettacolo che ha fatto il giro del mondo ed ha raccolto successi da parte di pubblici di tutte le età e di tutte le culture.

Sabato 14 Luglio – Osigo (Coilsola) ore 21:15
MATTHIAS MARTELLI

in “Mistero Buffo – Il Primo Miracolo” Regia di Eugenio Allegri

“Mistero Buffo”, una delle opere più celebri di Dario Fo, è irrimediabilmente legata alla figura del suo autore-attore, tanto che sembra impossibile riproporlo senza la sua presenza sulla scena. Una scommessa che Matthias Martelli e Eugenio Allegri hanno accettato, nel segno di una fedeltà all’originale che, per non essere tradito, necessita di una rilettura nuova e personale che ne sappia restituire lo spirito agli spettatori contemporanei. Un’operazione eseguita con l’esplicito consenso dello stesso Fo.
Fra tutte le giullarate che compongono “Mistero Buffo” per Scenaforesta si è scelto “Il primo miracolo di Gesù Bambino” che narra dell’emigrazione di Gesù e della sua famiglia da Betlemme, a seguito delle stragi degli innocenti di Erode, e di come il piccolo Gesù riesca a farsi accettare dai bambini ebrei di unʹ altra città inventando il miracolo degli uccellini fatti con la creta e poi dati alla vita col solo suo soffio. Una giullarata esilarante sui temi attualissimi dellʹemigrazione, del lavoro e dellʹintegrazione, costruita sull’inimitabile paradosso comico e grottesco del teatro di Fo.

Sabato 21 Luglio – Grotte del Caglieron ore 21:15
SENZA FILI in “Storie per Citrulli”

Con Giovanni Fedeli, Tiziana Rinaldi, Francesco Bargi, Michele Cariello, Tiziano Rovai, Arianna Ricciardi. Drammaturgia e Regia di Alessio Michelotti. Musiche di Renato Tapino

Dietro le maschere dei gran dottori, dietro lo sguardo accigliato del giudice inquisitore, nel sorriso cinico del grillo incantatore, si cela il fascino del grottesco del quale è intrisa l’opera collodiana. Ma il gioco delle parti stavolta è rovesciato: l’ingenuo burattino, la marionetta indomita e riluttante a qualsiasi manipolazione, viene processato in contumacia e giustiziato sulla pubblica piazza. Lascia la scena ad altri citrulli suoi simili, ad altre vittime del “buon-pensiero”, ormai rassegnate alla propria condizione. Una scalcinata compagnia viaggiante recita a soggetto al lume di candela. Una fata esiliata dal mondo dei sogni, vive di espedienti. Un vecchio falegname abita nella pancia del pescecane, circondato dai rottami della nostra società. A chi crederete voi? Chi sono i veri citrulli?
Una pièce caustica quanto sorprendente nata nel contesto del Festival Internazionale SENZA FILI di Collodi, che da due anni riscuote enorme successo grazie all’originalità della sua proposta, alla sottile poesia dei suoi testi e alle sue invenzioni sceniche. Un classico della nostra letteratura rivisitato attraverso la Commedia dell’Arte, strizzando l’occhio al teatro dell’assurdo. Grazie al contributo di ScenaForesta, al termine di 3 giorni di cantiere teatrale, sarà qui presentata in una nuova versione con il supporto di artisti locali e della musica dal vivo.

Sabato 28 Luglio – Fregona (Piazza Cipriani) ore 21:15
ANDREA KAEMMERLE In “Cabaret Mistico”

Di e con Andrea Kaemmerle
Musiche dal Vivo: Roberto Cecchetti (Violino), Filippo Pedol (Contrabbasso), Emiliano Benassai (Fisarmonica)

Il Cabaret d’autore incontra la filosofia! Il clown-soldato Svejk con i capelli stopposi da spaventapasseri ingenuo e tonto e il naso rosso da ubriacone, ci racconterà aneddoti e ci darà consigli per saltare gli ostacoli della vita e ridere sulle angosce e le paure più comuni. E così in un vortice travolgente di musiche Balcanike e storielle consolatorie e corroboranti (che da ogni parte del mondo ci vengono tramandate), trascorreremo una serata vulcanica, comica, dissacratoria e tragicamente profetica.
“Cabaret” perché Svejk/Kaemmerle giocherà con il pubblico più di sempre con la sua solita e poetica cattiveria trasognata. “Mistico” perché si lascerà condurre dalle energie della serata coinvolgendoci in un viaggio di cui potremmo non conoscere la fine…

INGRESSO LIBERO

In caso di Maltempo gli spettacoli si terranno presso il Centro Sociale in Piazza 2 Giugno o presso la Palestra Comunale.

INFO: cultura@comune.fregona.tv.it
ORGANIZZAZIONE: teatromenomale@libero.it
DIREZIONE ARTISTICA: info@ilteatrochecammina.it

Messaggio precedente

La Montagna di Fregona - Le terre di mezzo, al confine con la foresta

Messaggio sucessivo

Camminata dal tramonto al chiaro di luna 2018